I protagonisti di Seguimi: Gianni Dorigo

Gianni Dorigo è l'artista le cui opere, realizzate appositamente per Seguimi, il regista Claudio Sestieri ha voluto utilizzare come suggestione visiva per dare corpo al lavoro di Sebastian (Pier Giorgio Bellocchio). Dorigo da sempre lavora con successo sulla contaminazione tra il linguaggio pittorico e quello cinematografico. "Come in una sala di montaggio" - ha scritto Gillo Pontecorvo - "Dorigo scompone, ridistribuisce, reimpagina il manifesto, imponendo così una nuova visione del film".

Il suo lavoro si può ben definire una “traduzione” di sequenze cinematografiche concentrate nell’atto unico, al tempo stesso lentissimo e istantaneo, della pittura.

Così Claudio Sestieri racconta l’incontro con l’arte di Gianni Dorigo e il suo ruolo nel film:

"Gianni Dorigo è un pittore di Firenze, un pittore molto particolare, molto singolare che in qualche modo si può inserire ancora nella scia del postmoderno perché lavora mixando fotografia e pittura e lavora sul citazionismo, il suo referente di fondo è il cinema. Avevo visto una sua mostra dedicata al cinema giapponese e quando già molto tempo fa è iniziata la preparazione del film ho pensato a lui come la persona che poteva realizzare i quadri della mostra dedicata esclusivamente a Haru. Abbiamo cominciato a ragionarci sopra, a creare un progetto, poi è partito dalle fotografie a Maya Murofushi. Solo vedendo ci si può rendere conto del tipo di figure che mette in scena. è stato un lavoro molto lungo, ha creato quindici quadri e una serie di copie rielaborate per esigenze di scena. Credo sia uno degli elementi fondanti del film, faccio fatica a immaginare la presentazione visiva di questa storia senza il suo contributo. Ha lavorato e faticato molto ma credo si sia anche divertito molto e in qualche modo anche lui si senta un po’ Sebastian".

Ecco un estratto dalle sua intervista sul set di Seguimi, al quale ha partecipato anche con un piccolo cameo.

Foto e video di Federico Tribbioli

Leggi tutto...

I protagonisti di Seguimi: Maya Murofushi

A interpretare Haru, la modella giapponese coprotagonista di Seguimi, è la poliedrica Maya Murofushi, conosciuta in Giappone come attrice di teatro, cinema e tv, modella, danzatrice e cantante. Per il cinema, ha girato soprattutto action movies e l'opera prima della regista italiana Alessandra Pescetta, La città senza notte. Maya, proveniente da una famiglia di artisti, ha studiato Filosofia a Siena, dove è stata scoperta e lanciata come modella, parla fluentemente cinque lingue.


Abbiamo deciso di puntare su di lei e sul suo sguardo perché crediamo sia in grado di mixare le ragioni del linguaggio verbale con quelle dell’espressione fisica, e di garantire così la miglior resa possibile delle due attitudini caratteristiche di Haru: la gestione perfetta del proprio corpo, e la capacità di conservare sempre e comunque, nei suoi comportamenti, un margine di mistero.


Ecco come Claudio Sestieri ci racconta la ricerca, e la scoperta, della sua Haru:


“Provate a cercare un’attrice giapponese che sia brava, bella, colta, sensibile, che parli bene italiano e abbia l’esperienza necessaria per interpretare un ruolo difficile e insolito. Quando l’avete trovata, si chiama Maya Murofushi. Non è stato semplice tant’è che mentre preparavamo il film cominciavo ad aver paura che non l’avremmo trovata. Alla fine abbiamo avuto la fortuna di trovare un’attrice e modella che da poco tempo viveva in Europa. Le abbiamo fatto un provino e da quel giorno ho sentito che finalmente avevamo trovato la nostra Haru. Ed è bello dire oggi che il mio parere e la mia prima impressione sono stati confermati da tutta la troupe. Lei è veramente il nostro personaggio, è brava e buca lo schermo. Credo sarà veramente una scoperta per il pubblico italiano.”


Anche lei si è sottoposta al nostro rito della domanda sulle sensazioni suscitate da questa storia:

Foto e video di Federico Tribbioli

Leggi tutto...

Al via le riprese di SEGUIMI il nuovo film di Claudio Sestieri

  • Pubblicato in News

Sono pronte a partire le riprese di Seguimi, il nuovo film con la regia di Claudio Sestieri, prodotto da Blue Film con Eur Film e Green Film e in coproduzione con la spagnola Grismedio. A Matera, location principale del film, le riprese dureranno quattro settimane per poi spostarsi a Barcellona per un'ultima settimana di set.

Un villaggio medievale perso in una natura selvaggia, un pittore che confonde vita e arte, una modella giapponese abituata a giocare con il proprio corpo, una tuffatrice che non ha ancora fatto i conti con il suo passato. Tre vite in gioco, una passione che si trasforma in ossessione, l’assurdo che irrompe nella realtà…

Questa la logline del film, scritto da Claudio Sestieri, Patrizia Pistagnesi e Nicola Molino. Un thriller psicologico che approfondisce tematiche legate alla dicotomia tra arte e vita e ambisce a creare un ponte, un incontro tra la cultura occidentale e l'estremo Oriente, in particolare il Giappone. Il legame fortissimo con le suggestioni visive e pittoriche si esplicita nel riferimento a un grande della fotografia del Novecento come Nobuyoshi Araki e nell'ausilio di un pittore come Gianni Dorigo, le cui tele avranno un ruolo decisivo. La colonna sonora sarà composta da Marco Werba.

Tra le strade inconfondibili di Matera, città Capitale europea della Cultura 2019, si muoveranno le giovani protagoniste Angelique Cavallari e Maya Murofushi, affiancate da due nomi importanti del cinema d'autore italiano come Pier Giorgio Bellocchio e Antonia Liskova.

Da lunedì 6 giugno il primo ciak, vi racconteremo in diretta le riprese, il backstage e inizieremo a introdurvi nel mondo di Seguimi attraverso i nostri canali social, la pagina Facebook dedicata e i nostri profili Twitter e Instagram.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Latest News

Twitter