Al via in Sardegna le riprese della serie web TA SPANTU

Oggi 17 agosto 2015 iniziano in Sardegna le riprese della Serie Web TA SPANTU per la promozione e diffusione della cultura dell’efficienza e del risparmio energetico in Sardegna, regia di Pierluca Di Pasquale: la serie web sarà interamente girata in Marmilla, nei Comuni del Consorzio Due Giare, fino a venerdì 21 agosto.

Nel paesino di Entufrìttu, in Sardegna, l’energia elettrica ha iniziato a scarseggiare e il turismo a diminuire drasticamente sino a rimanere un lontano ricordo. Tutte le attività rischiano di chiudere e la gente tenta la via dell’emigrazione.

L’unico a beneficiare di questa situazione è l’impassibile sindaco, Perdu Ispuntu, che con la scusa dell’emergenza energetica ha il via libera al ripristino delle attività di estrazione e raffinamento della vecchia miniera
Si oppone a questa situazione Mena, una ragazza proprietaria di un B&B che si rifiuta di accettare questa lenta agonia della propria cittadina.
Una sera presa dalla disperazione organizza un gruppo di preghiera con le vecchiette del quartiere e chiede aiuto, come la vecchia tradizione vuole, allo spirito del Montareste, nei secoli sempre invocato nelle situazioni più disperate.

L’indomani Mena viene svegliata da tre squilli di campanello. Si alza per andare ad aprire ma rimane letteralmente a bocca aperta. Davanti a lei quattro ragazzi apparentemente normali ma con la testa di cartone, ognuno con un animale diverso. C’è un cane, una pecora, un maiale e un asino.

Mena a colazione spiega loro le difficoltà di Entufrìttu. Cani e i suoi amici si mettono sotto e iniziano ad interagire con la popolazione rimasta dando una mano a scoprire i benefici dell’energia alternativa.

La serie web è prodotta da Bruno Tribbioli e Alessandro Bonifazi per Blue Film.
È il quarto progetto prodotto dalla società romana in Sardegna dopo i lungometraggi “Beket”, “La Leggenda di Kaspar Hauser” e “Happy Days Motel”.
Circa venti tra attori locali coinvolti e maestranze impiegate.

Nel cast, oltre ai protagonisti Josafat Vagni, Luca Di Giovanni, Tiziano Scrocca, Giuseppe Ragone, Liliana Fiorelli anche Simeone Latini e Gabriele Farci.

TA SPANTU sarà prodotta con il contributo dalla Fondazione Sardegna Film Commission in collaborazione con il Consorzio Due Giare, BoB Marongiu e Giara Bus

Ultima modifica ilMercoledì, 09 Marzo 2016 16:24
  • Vota questo articolo
    (6 Voti)
  • Pubblicato in News
  • Letto 980 volte
Giacomo Lamborizio

Giacomo Lamborizio (1987), giornalista pubblicista, è laureato in Cultura Editoriale presso la Statale di Milano. Nel 2007 è tra i fondatori di Paper Street, rivista online di informazione culturale di cui attualmente è Vice direttore e responsabile della sezione cinema. Ha lavorato a produzioni di cortometraggi e videoclip indipendenti, collaborato con Editrice il Castoro, scritto per il blog Biennale Theatre Community della Biennale di Venezia. Ha curato, con Lucio Laugelli, il volume "100 registi per cui vale la pena vivere", in corso di pubblicazione presso Falsopiano. Collabora con Blue Film dall'ottobre 2014.

Sito web: https://twitter.com/g_lamborizio

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Latest News

Twitter